logo

IC San Marco Argentano

Via Vittorio Emanuele III n°16 – San Marco Argentano (CS)

Sei in > Inclusione

PIANO ANNUALE PER L’INCLUSIONE

A.S. 2017/2018

Approvato dal Gruppo di Lavoro per l’Inclusione (G.L.I.) in data 24.05.2017 Deliberato dal Collegio Docenti del 28/05/2017

(scarica PDF)

Parte I – analisi dei punti di forza e di criticità presenti nell’a.s. 2016/2017.

page2image2921776

1) Rilevazione dei BES presenti (dati da confermare all’inizio dell’a.s. 2017/2018):

page2image1702240

• disabilità (Legge 104/92 art. 3, commi 1 e 3)

Psicofisico-sensoriale

page2image2923008 page2image3671056

11

page2image2909904 page2image3672096

• disturbi evolutivi specifici

DSA

page2image2919312 page2image3674176

10

page2image2923792 page2image3675216

• svantaggio (indicare il disagio prevalente)

Socio-economico e/o affettivo-relazionale

page2image2899936 page2image3676880

9

Linguistico-culturale (alunni stranieri)

essaysense

page2image2920992 page2image3678960

5

page2image2918192 page2image3680000

Totali

Totale popolazione scolastica

page2image2903184 page2image3681872

% su popolazione scolastica

page2image2914720 page2image3683952page2image2913488 page2image3684992

N° PEI redatti dai GLH

11

N° di PDP redatti dai Consigli di classe in presenza di certificazione sanitaria

page2image2907888 page2image3687488

10

page2image2906544 page2image3688528

N° di PDP redatti dai Consigli di classe in assenza di certificazione sanitaria

page2image2904528 page2image2903856

14

2) Risorse professionali specifiche

page2image1667920

numero

page2image1692672

Prevalentemente utilizzate in…

page2image1693296 page2image895968

Sì/No

page2image1694544 page2image1695376

Insegnanti di sostegno

11

page2image1697248 page2image1698288

Attività individualizzate e di piccolo gruppo

si

Attività laboratoriali integrate classi aperte

page2image1699328 page2image1699744

si

page2image1700368 page2image1700784

Educatori professionali

1

page2image1702240

Attività individualizzate e di piccolo gruppo

si

Attività laboratoriali integrate classi aperte,

page2image1703488 page2image3670016

si

Assistenti alla comunicazione

page2image3671264

page2image3672096 page2image3672720

Attività individualizzate e di piccolo gruppo

page2image3673760 page2image3674176

no

Attività laboratoriali integrate (classi aperte, laboratori protetti, ecc.)

no

Educatori assistenziali

page2image3677088 page2image3678128

si

Funzioni strumentali / coordinamento

si

Referenti di Istituto (disabilità, DSA, BES)

si

page2image3685824

2

Psicopedagogisti e affini esterni/interni

page3image3688320 page3image3688944 page3image2895344

no

Docenti tutor/mentor

page3image3691440 page3image2885712 page3image3692480 page3image3692896 page3image911312 page3image911424

no

3) Coinvolgimento docenti curricolari

Attraverso…

page3image3696224 page3image914896

Sì / No

Coordinatori di classe e simili

Partecipazione a GLI

page3image3699552 page3image3699968

si

Rapporti con famiglie

page3image3701632

page3image3702048 page3image3702464

si

page3image3703088 page3image3703504

Tutoraggio alunni (controllo frequenza, profitto, comportamento)

page3image3704336

si

page3image3692688 page3image3693104

Progetti didattico-educativi a prevalente tematica inclusiva

si

Docenti con specifica formazione (insegnanti specializzati nel sostegno)

page3image3696640

Partecipazione a GLI

page3image3697680 page3image3698096

si

page3image3698720 page3image3699136

Rapporti con famiglie

si

Tutoraggio alunni disabili

page3image3701008

page3image3701424 page3image3701840

si

page3image3702464 page3image3702880

Progetti didattico-educativi a prevalente tematica inclusiva

si

Altri docenti

page3image3706208

Partecipazione a GLI

page3image3706832 page3image3707248

si

Rapporti con famiglie

page3image3708496 page3image3708912

si

Tutoraggio alunni

page3image3710576

page3image3710992 page3image3711408

si

page3image3712032 page3image3712448

Progetti didattico-educativi a prevalente tematica inclusiva

page3image3713280

si

page3image3714112 page3image2914944

4) Coinvolgimento personale ATA

Assistenza alunni disabili

page3image3717856 page3image2926480

si

Progetti di inclusione / laboratori integrati

page3image3720144 page3image3720560

no

page3image3721184 page3image3721600

Formazione specifica/sicurezza

page3image3722848 page3image2926704

5) Coinvolgimento famiglie

Informazione /formazione su genitorialità e psicopedagogia dell’età evolutiva

page3image3726592 page3image2910352

no

Coinvolgimento in progetti di inclusione

page3image3728880 page3image3729296

no

page3image3729920 page3image3730336

Coinvolgimento in attività di promozione della comunità educante

no

page3image3731584 page3image2920656

page3image3733248

6) Rapporti con servizi sociosanitari territoriali e istituzioni deputate alla sicurezza.

Rapporti con CTS / CTI

page3image3733664 page3image3734080 page3image3734496

page3image3736368

Accordi di programma / protocolli di intesa formalizzati sulla disabilità

no

page3image3738240

Accordi di programma / protocolli di intesa formalizzati su disagio e simili

no

page3image3739904

Procedure condivise di intervento sulla disabilità

si

page3image3743232

Procedure condivise di intervento su disagio e simili

no

page3image3746560

Progetti territoriali integrati

no

Progetti integrati a livello di singola scuola

no

Rapporti con CTS / CTI

no

page3image3752800

3

7) Rapporti con privato sociale e volontariato

Progetti territoriali integrati

page4image1692464 page4image875584

no

Progetti integrati a livello di singola scuola

page4image1694336 page4image1694752

no

Progetti a livello di reti di scuole

page4image1696416 page4image1696832

no

page4image1697456 page4image876256

8) Formazione docenti

Strategie e metodologie educativo-didattiche / gestione della classe

page4image1702032 page4image877040

si

Didattica speciale e progetti educativo-didattici a prevalente tematica inclusiva

page4image3670016 page4image3670432

si

Psicologia e psicopatologia dell’età evolutiva (compresi DSA, ADHD, ecc.)

page4image3671680 page4image3672096

Si/in parte

Progetti di formazione su specifiche disabilità (autismo, ADHD, Dis. Intellettive, sensoriali…)

page4image3673344 page4image3673760

no

Aggiornamento organizzato dalla scuola

page4image3675424 page4image3675840

no

page4image3676464 page4image878160

9) Sintesi dei punti di criticità rilevati*:

page4image3678128page4image878608

0

page4image878832

1

page4image3680000

2

page4image3680624

3

page4image879280

4

Aspetti organizzativi e gestionali coinvolti nel cambiamento inclusivo

page4image3682912page4image879616page4image3683952page4image879728 page4image879840page4image879952 page4image3685616 page4image3686240 page4image3686656

x

page4image3687280

page4image3687696 page4image3688320

Partecipazione del C.d.C. ai G.O.

page4image3689568page4image876704 page4image876592 page4image3691232

x

page4image3691856

page4image3692480

Possibilità di strutturare percorsi specifici di formazione e aggiornamento degli insegnanti

x

Adozione di strategie di valutazione coerenti con prassi inclusive;

page4image3695184page4image880736page4image3696224page4image880848 page4image880960page4image881072 page4image3698096 page4image3698720 page4image3699136 page4image3699760 page4image3700176

x

page4image3700800

Organizzazione dei diversi tipi di sostegno presenti all’interno della scuola

x

Organizzazione dei diversi tipi di sostegno presenti all’esterno della scuola, in rapporto ai diversi servizi esistenti;

page4image3703504page4image881632page4image3704544page4image881744 page4image881856page4image881968 page4image3706416 page4image3707040 page4image3707456

x

page4image3708080

page4image3708496 page4image3709120

Ruolo delle famiglie e della comunità nel dare supporto e nel partecipare alle decisioni che riguardano l’organizzazione delle attività educative;

x

Sviluppo di un curricolo attento alle diversità e alla promozione di percorsi formativi inclusivi;

page4image3706624page4image914112 page4image914336 page4image3708496 page4image3709120 page4image3709744

x

Valorizzazione delle risorse esistenti

x

Acquisizione e distribuzione di risorse aggiuntive utilizzabili per la realizzazione dei progetti di inclusione

x

Attenzione dedicata alle fasi di transizione che scandiscono l’ingresso nel sistema scolastico, la continuità tra i diversi ordini di scuola e il successivo inserimento .

x

page4image3725760 page4image3726176

* = 0: per niente 1: poco 2: abbastanza 3: molto 4: moltissimo

page4image2893776

page4image3731376

4

Parte II – Obiettivi di incremento dell’inclusività proposti per il prossimo anno

page5image3783792

• Ricostituzione ( o rinnovo)del GLI così come previsto dalla normativa di riferimento / (Dir. M. 27/12/2012, C. M.8/13) attraverso la nomina dei referenti e dei componenti.

  • F.S. o referente BES
  • Referente d’istituto disabilità
  • Dipartimento di sostegno
  • Interventi di formazione specificaAspetti organizzativi e gestionali coinvolti nel cambiamento inclusivo (chi fa che cosa, livelli di responsabilità nelle pratiche di intervento, ecc.)• Dirigente scolastico:
    Titolare e responsabile di ogni aspetto organizzativo della dimensione inclusive della scuola , nella pianificazione degli incontri di progettazione e nella gestione della documentazione formale che si riferisce ad ogni alunno con disabilità e con bisogni educative speciali.
    Promuove le iniziative finalizzate all’inclusione ed esplicita i criteri e l’utilizzo funzionale delle risorse professionali presenti.
    Partecipa alle riunioni dei vari gruppi, è messo al corrente del percorso scolastico di ogni allievo BES ed è interpellator direttamente nel caso si presentino particolari difficoltà nell’attuazione dei loro percorsi.
    Fornisce al Collegio Docenti informazioni riguaro agli alunni in entrata , cura e favorisce contatti e informazioni tra Scuola e territorio.

Gruppo di lavoro Operativo per alunni con disabilità (GLHO)

E’ composto dal Dirigente Scolastico, docenti curriculari ( docenti prevalenti e coordinatori di classe),docente di sostegno, genitori dell’alunno disabile, operatori ASL.
Le sue funzioni:
Progettazione e verifica del PEI;

Stesura e verifica del PDF;
Individuazione e programmazione delle modalità operative necessarie all’integrazione dell’alunno disabile.

Gruppo di lavoro per l’inclusione (GLI)

Le sue funzioni:
Rilevare i BES presenti nella scuola, monitorare e valutare del livello di inclusività della scuola; Raccogliere e documentare gli interventi didattico-educativi;formulare proposte di lavoro; Elaborare line guida PDP e PEI;
Raccogliere piani di lavoro relativi ai BES;
Sviluppare un curriculo attento alle diversità e promuovere percorsi formative inclusive; Raccogliere e coordinare le proposte formulate dai GLH operative;
Elaborare il Piano Annuale per l’Inclusione.

• Consiglio di classe:
Indica in quali casi sia opportuna e necessaria l’adozione di una personalizzazione della didattica ed eventualmente di misure compensative e dispensative sulla base di considerazioni pedagogiche e didattiche , e sulla base dell’eventuale documentazione clinica e /o certificazione fornita dalla

page5image3784624

5

famiglia
Si coordina con il GLI;
Contatta la famiglia dell’alunno che manifesta B.E.S.;
Predispone il piano didattico personalizzato allo scopo di definire, monitorare e documentare le strategie d’intervento più idonee e i criteri di valutazione degli apprendimenti per tutti gli alunni individuate in situazione di svantaggio scolastico ;
Discute, redige e approva i P.E.I.

• Collegio dei Docenti: Discute e delibera il P.A.I.

• Docente di sostegno:
Partecipa alla programmazione educativo-didattica;
Supporta il consiglio di classe nell’assunzione di strategie e tecniche pedagogiche, metodologiche e didattiche inclusive;interviene sul piccolo gruppo con metodologie particolari in base alla conoscenza degli alunni; collabora nella rilevazione dei casi bES.
Promuove il processo di integrazione dell’alunno nel gruppo classe attraverso corrette modalità relazionali; coordina i rapporti con genitori, operatori ASL, eventuali assistenti specialistici;
Cura il coordinamento della stesura e applicazione del PEI.

• Funzione strumentale o referente BES:
Interviene nella rilevazione dei bES presenti nella scuola;
Raccoglie e documenta gli interventi didattico-educativi;
Attiva focus/confront sui casi, dà consulenza e support ai colleghi sulle strategie/metodologie di gestione delle classi; formula proposte di lavoro per il GLI; raccoglie PDP e PEI, collabora alla stesura del PAI

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO

Possibilità di strutturare percorsi specifici di formazione e aggiornamento degli insegnanti

Percorsi specifici di formazione e aggiornamento degli insegnanti su gruppo dei pari e apprendimento cooperative come strategia compensative per i BES su:
Metodologie didattiche e pedagogia inclusive;
Dislessia amica (corso online)

Strumenti compensative e dispensativi per l’inclusione; Nuove tecnologie per l’inclusione.

INTERVENTI DI SOSTEGNO/SUPPORTO INTERNI ALLA SCUOLA
Organizzazione dei diversi tipi di sostegno/support presenti all’interno della scuola
Contitolarità dei docenti di sostegno con gli insegnanti di classe, F.S. BES.
Gli insegnanti di sostegno promuovono attività individualizzate, attività con gruppi eterogenei di alunni, attività laboratoriali con gruppi.
Gli insegnanti curriculari , dovendo gestire classi sempre più complesse ed eterogenee di adoperano per fornire a tutti gli alunni le risposte di cui hanno bisogno, potenziando la didattica inclusive nella prassi quotidiana.
Tutti i soggetti coinvolti si propongono di organizzare le azioni attraverso metodologie funzionali all’inclusione, al successo della persona.

page6image3733872

6

INTERVENTI DI SOSTEGNO/SUPPORTO ESTERNI ALLA SCUOLA
Organizzazione dei diversi tipi di sostegno/support presenti all’esterno della scuola, in rapport ai diversi servizi esistenti
Incontri periodici con operatori della ASL Servizio dell’assistenza specialistica alunni disabili L.R. 27/85 in collaborazione con il Comune di San Marco Argentano.
Valorizzazione delle esperienze pregresse
Miglioramento della comunicazione e della collaborazione tra scuola, genitori, enti locali, associazioni che si occupano di alunni con disabilità e operatori sociosanitari per costruire un percorso integrato ed una assistenza più funzionale ai vari bisogni.

PARTECIPAZIONE FAMIGLIE E TERRITORIO, di collaborazione e di aiuto reciproco.

Ruolo delle famiglie e della comunità nel dare supporto e nel partecipare alle decisioni che riguardano l’organizzazione delle attività educative
Le famiglie sono coinvolte sia in fase di progettazione che di realizzazione degli interventi inclusivi attraverso l’organizzazione di incontri calendarizzati, per monitorare i processi e individuare azioni di miglioramento, con la partecipazione agli incontri del GLI e del GLHO

DIDATTICA
Sviluppo di un curricolo attento alle diversità e alla promozione di percorsi formativi inclusivi

Attività laboratoriali (learning by doing)
Attività per piccolo gruppi (cooperative learning)
Attività individualizzata (mastery learning)
Lavoro a classi aperte, per piccolo gruppi (omogenedi ed eterogenei)
Organizzazione di laboratory in piccolo gruppi assegnando ruoli e funzioni in base alle professionalità presenti nella scuola: (laboratorio artistico, musicale, linguistico, drammatizzazione, di cinematografia) attività con la finalità dell’inclusione per valorizzare aspetti cooperative, di collaborazione e di aiuto reciproco.
Attività di recupero, sostegno e supporto con interventi in itinire, in orario curriculare, con la risorsa dell’organico di potenziamento.
Si conferma e si promuve la comunicazione tra docent curriculari, docent di sostegno, componente sociosanitari .

VALUTAZIONE

Adozione di strategie di valutazione coerenti con le prassi inclusive

La verifica e valutazione degli obiettivi rag, giunti dal singolo alunno avviene considerando i progressi rispetto ai livelli iniziali, l’impegno, la partecipazione cosiderando le abilità in ingresso, i progressi ottenuti in itinere e finali.

Si adottano sistemi di valutazione programmatic e condivisi tenendo conto delle difficoltà e delle capacità di ogni singolo alunno. Si utilizzano in fase di verifica strumenti compensativi e misure dispensative, mediatori didattici, attrezzature e ausilii informatici, software e sussidi in rapporto ai specifici bisogni di ognuno.

Per i disabili la valutazione tiene conto dei risultati conseguiti nelle varie discipline in relazione al PEI.

Per i DSA si effettuano valutazioni che privilegiano le conoscenze e le competenza di analisi, sintesi e collegamento pittosto che la correttezza formale come viene esplicitato nei singoli PDP.

Per I BES non certificati la valutazione tiene conto di ciò che è stabilito nel PDP per conseguire gli obiettivi generali della classe

page7image3757376

7

PROGETTI
Acquisizione e distribuzione di risorse aggiuntive utilizzabili per la realizzazione dei progetti di inclusione

  • Recupero delle competenze di italiano alla fine del I ciclo d’istruzione
  • Recupero delle competenze logico-matematiche alla fine del I ciclo d’istruzione
  • “L’amore non uccide” giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
  • Progetto shoah “Conoscere per sapere”CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO
    Attenzione dedicata alle fasi di transizione che scandiscono l’ingresso nel sistema scolastico, la continuità tra i diversi gradi di scuola e il successivo inserimento.
    L ‘Istituto dedica un’attenzione particolare, con progetti di accoglienza mirati, a tutti gli alunni
    nella fase di inserimento, provenienti dalla scuole sia infanzia che primaria.
    Allo stesso modo per gli alunni con BES , la scuola, in collaborazione con la famiglia e con la scuola di provenienza ed eventualmente con i servizi coinvolti, si attiva, tramite incontri dedicati, per acquisire tutte le informazioni utili alla conoscenza dell’alunno, al fine di rendere più agevole ed esaustiva l’elaborazione del P.E.I. o del P.D.P..
    L’orientamento ha come obiettivo quello di individuare, in modo sinergico, tra alunno, famiglia, docenti del C.d.C. e operatori dell’equipe scolastica il percorso scolastico più idoneo per il prosieguo dell’iter scolastico. Gli alunni sono guidati verso idirizzi di studi più consoni alle loro capacità e attitudini, nella prospettiva di una piena integrazione sociale ed di un effettivo avvicinamento al mondo del lavoro.